Naro propone una passeggiata alla scoperta delle sue catacombe paleocristiane: dalla valle del Paradiso fino alle grotte delle meraviglie tra i vigneti, i mandorleti e gli uliveti per rinfrancare il corpo e lo spirito. Attraversare il selciato percorso per millenni dai nostri antenati è un’esperienza unica che ci fa riappropriare delle nostre radici.
L’itinerario prevede la visita alla Necropoli Paleocristiana di c.da Canale e realizzato in collaborazione con la Pro Loco La Fulgentissima di Naro.

Per maggiori informazioni e prenotazioni contattare il numero 3383321944

Le Catacombe sono sparpagliate in varie zone vicino l’abitato: in contrada Canale, Coperta, Donnaligara, Rio e Val Paradiso, Fontana di Rose, Muggiarra, formando un complesso catacombale che potrebbe costituire un primo nucleo di parco archeologico

La più grande (ipogeo A) è conosciuta da sempre con il nome di Grotta delle Meraviglie. Essa è preceduta da un lungo dromos, che si allarga in un’area semicircolare,alla quale si accede mediante un ingresso aperto nella parete del dromos. L’ipogeo “B” è contiguo al gruppo “A”, con il quale comunica mediante un’apertura nella parete del dromos. L’ipogeo “C” conserva l’arco d’ingresso, con corridoio centrale,ai cui lati si aprono diverse nicchie con camere ipogeiche ed arcosoli a letto singolo e bisomi.  L’ipogeo “D” si trova poco distante dagli altri. È in pessime condizioni per diversi crolli.

 

 

 

 

Dal punto di vista storico la necropoli è molto importante, poiché è attestato che Naro esisteva all’epoca cristiana, ed il culto di Cristo pare risalga all’anno 50 dell’era volgare.

Dalla dominazione romana alla conquista bizantina, Naro divenne un fiorente villaggio con un numero di abitanti molto elevato. A testimonianza di ciò si può considerare il vasto cimitero paleocristiano di C. da Canale.