“Vestire gli ignudi”, che aveva inaugurato le celebrazioni del Centocinquantenario della nascita del grande drammaturgo, conclude l’anno dedicato a Luigi Pirandello venerdì 22 dicembre. 

La commedia è diretta da Gaetano Aronica.

  E’ il primo spettacolo prodotto nella storia della Fondazione Teatro Pirandello; dopo il debutto dello scorso febbraio andrà in scena a Roma, Campobasso, L’Aquila, Asti, e in altre città italiane per un totale di oltre 30 rappresentazioni. 

La nuova protagonista dello spettacolo è l’attrice Vittoria Faro, nei panni di Ersilia Drei, una donna oggetto di violenza, ma non vittima. “Vestire gli ignudi” entra nel pieno nelle tematiche attualissime sulla violenza contro le donne, con la sconvolgente modernità di Pirandello. 

“Un’opera di spessore che porta l’opera pirandellina interpretata da talenti agrigentini in Italia: un momento importante per la storia del Teatro di Agrigento e per la città, che si prepara con tutti i suoi ‘attori della cultura’ a celebrare Agrigento 2020”, ha affermato il sindaco di Agrigento, Lillo Firetto. 

“Il Teatro Pirandello – ha dichiarato il presidente della Fondazione Gaetano Aronica – è finalmente un teatro vivo, che produce, propone, crea”.

In scena anche gli attori Andrea Tidona e Barbara Capucci. Lo spettacolo è in programma il 22 dicembre alle 21 ed è fuori abbonamento, ad un prezzo speciale per abbonati e per tutti i cittadini. “Vestire gli ignudi” andrà in scena anche per le scolaresche in due matinée il 20 dicembre prossimo.