Raccontare un territorio attraverso un coro di voci: una miscellanea di letteratura, spettacolo, musica, racconti e degustazioni. Comporre il Kaos festival dell’editoria, della legalità e dell’identità siciliana è una sfida continua, che rivaluta le tradizioni e ricerca il nuovo. L’allestimento 2017 della manifestazione diretta da Peppe Zambito, è ospitata presso l’Accademia di belle Arti Michelangelo diretta da Alfredo Prado, nella nuova sede di via Bac Bac 7. L’Accademia si inscrive a pieno titolo nel processo di rivalutazione e valorizzazione dell’antica Girgenti. Da qui sono partite iniziative di decoro urbano creative come la sagoma che rappresenta Modugno affacciato al belvedere, donata alla città.

Kaos festival d’altronde mantiene un’anima itinerante: la formula è semplice, la manifestazione si organizza ogni anno in un luogo diverso (Siculiana, Montallegro, Alessandria della Rocca, Racalmuto), e instatura legami con il territorio e le amministrazioni fino a rivelare la potenza della cultura e dell’arte come strumento di promozione turistica.

“Quest’anno, più che mai, mettiamo in scena la contaminazione – ha spiegato il direttore artistico –. Non solo editoria e presentazioni di libri, ma uomini e donne che si confrontano su più temi come la legalità e la creatività, in un contesto nuovo che si apre al pubblico: un’Accademia Per dimostrare che la cultura non è ingessata ma include e diverte. (…)”.
“Siamo felici di ospitare il Kaos Festival. L’Accademia ha già organizzato altre manifestazioni. D’altronde è la nostra cifra: noi creiamo, questo luogo nasce per questo. Per stimolare l’arte in ogni forma, l’incontro fra persone diverse – spiega Alfredo Prado –- crediamo da sempre nella gentilezza, nella meraviglia, nella collaborazione, negli eventi che coinvolgano questa città, e si rivelino segnali di apertura e di bellezza”.