Il Distretto

Il Distretto Turistico Regionale Valle dei Templi  è un consorzio pubblico-privato, a cui aderiscono un centinaio di imprese e associazioni della filiera  turistica e 20 Comuni, compresi tra le province di Agrigento, Caltanissetta e Enna. Sono i Comuni di Agrigento, Caltanissetta, Gela, Butera, Sutera, Raffadali, Pietraperzia, Realmonte, Porto Empedocle, Favara, Milena, Montedoro, Mussomeli, Acquaviva Platani, Campofranco, San Cataldo, Riesi, Joppolo Giancaxio, Santa Elisabetta, Aragona. E’ stato istituito con Decreto Assessoriale n. 43 del giugno 2012. La Regione Siciliana ha distinto tra Distretti tematici e territoriali. Il Distretto Valle dei Templi è un Distretto territoriale. Le attività messe in campo finora hanno mirato a rafforzare il sistema dell’accoglienza e ad attivare una serie di processi per la promozione e l’accessibilità del territorio distrettuale, coagulando quanto più possibile le iniziative di enti, di associazioni e di singole imprese su una programmazione condivisa.  Anche la Sicilia, adeguandosi al modello delle altre Regioni, ha ritenuto che per una più efficace programmazione, per una concreta integrazione della filiera turistica, per il potenziamento del sistema Turismo, fosse necessario che pubblico e privato cooperassero per il raggiungimento degli obiettivi e il superamento dei problemi, costituendo società e consorzi misti  per un’amministrazione agile e flessibile. I Distretti turistici regionali hanno la mission di attuare interventi necessari alla qualificazione dell’offerta turistica, rafforzando la filiera del settore con la partecipazione degli imprenditori e dei decisori pubblici; promuovono il marketing dell’area distrettuale sotto diverse forme, compresa la riqualificazione e la formazione delle imprese turistiche.

Tra le numerose attività e progetti del Distretto: Access4All (sistema integrato dell’accessibilità, segnaletica turistica, piattaforme informatiche e app, mappatura dell’accessibilità di siti d’interesse turistico e strutture ricettive per tutte le esigenze, sia di carattere motorio che sensoriale o nutrizionale); Ospitalità nei Borghi (progetto pilota per l’ospitalità diffusa nei centri storici e nei piccoli borghi), Piano di Sviluppo; “e-Migrantes, Tour della Memoria” (una proposta di turismo esperienziale destinata agli oriundi siciliani di seconda, terza o quarta generazione, che ripercorre i solchi della tradizione, alla riscoperta della storia, della cultura e delle profonde radici che affondano nel territorio); Film Commission (promozione dell’area distrettuale turistica, attraverso il cinema, prodotti audiovisivi o fotografici, v. apposita sezione sul sito); Strada degli Scrittori (itinerario che invita a ripercorre i luoghi vissuti e amati dagli scrittori e quelli descritti nei romanzi, a contatto con i volti e le variegate personalità ampiamente dettagliate in pagine e pagine di letteratura e di teatro, che hanno appassionato e formato intere generazioni: Agrigento, Luigi Pirandello; Porto Empedocle, Andrea Camilleri; Racalmuto, Leonardo Sciascia; Caltanissetta, Pier Maria Rosso di San Secondo; Favara, Antonio Russello; Palma di Montechiaro, Giuseppe Tomasi di Lampedusa, v, www.stradadegliscrittori.it); Rete delle Associazioni (nata per dar voce e organicità alle diverse iniziative del territorio, per sostenere l’offerta culturale e di intrattenimento e favorire un turismo stanziale, dà l’opportunità a chi aderisce di poter accedere a momenti formativi e progettuali e di entrare a far parte del Cartellone Unico degli eventi, v. sezione sul web); formazione (per giovani e imprese); Comunicazione social (fb, instagram, twitter, travel blog…); Info Point (c/o Ingresso Tempio di Giunone); ecc…