Il Castello è ubicato all’interno dell’odierno centro urbano di Racalmuto, lungo il margine nord-est della piazza Umberto I. Presenta un impianto planimetrico di forma irregolare con due torri cilindriche angolari, che ne chiudono il lato orientale, e una corte centrale allungata, a cui si accede dalla piazza attraverso un lungo fornice. Dal lato nord e nord est, la struttura si mostra in tutta la sua imponenza. Lungo tutto il lato ovest si notano i resti di un muro a scarpa, sul quale si è inserita una schiera di abitazioni che ne hanno stravolto la conformazione. Le strutture del fronte nord ed est, si compongono di tre diversi corpi di fabbrica. L’angolo nord-ovest è costituito da un corpo di tre elevazioni, quasi interamente ricostruito nel corso del XX secolo. I vari piani sono serviti da una scala, a cui si accede da un’apertura ad arco ogivale rifatta in corrispondenza di un preesistente arcone, oggi, inglobato nel paramento murario sulla corte. Attraverso la stessa scala si accede all’ala nord della struttura: si tratta di un corpo a tre livelli, a sviluppo longitudinale, caratterizzato per ogni piano dalla disposizione in sequenza continua degli ambienti. Sul lato est, tra le due torri, si sviluppa un blocco compatto. Al primo piano si trova la sala convegni, che si affaccia sul fronte est con un interessante balcone cinquecentesco su mensole lapidee e con decorazioni a bassorilievo. Il salone è oggi affiancato da un vano a cielo libero, che si apre sul lato piazza, residuo di un diroccamento avvenuto negli anni “70. Il complesso si chiude nei lati sud e sud-ovest, con un grande blocco quadrangolare, che risale ad un intervento di ristrutturazione eseguito nella metà del “500 La configurazione fondamentale della struttura è databile tra la fine del XIII e gli inizi del XIV secolo in coincidenza con l’affermarsi dei Chiaramonte. In particolare i resti delle due bifore del prospetto sulla corte, affiorate dopo il restauro, sono una reminiscenza del periodo svevo il cui richiamo è frequente nelle strutture chiaramontane. Nel prospetto della corte interna, recentemente restaurato, che mantiene l’originaria muratura, si aprono, a piano terra, tre vani d’accesso . Il portale più grande presenta una cornice realizzata con conci squadrati; l’altro ingresso ad arco acuto presenta una decorazione bicroma, ai cui lati sono disposte due nicchie con lo stesso motivo decorativo. Ad un’età chiaramontana più matura si può invece datare l’edicola della corte per l’utilizzo del repertorio decorativo tipico dell’architettura chiaramontana: capitelli a foglia uncinata, l’arco ogivale a doppia ghiera. A caratterizzare il Castello sono le due torri angolari, a pianta circolare, che richiamano il periodo svevo, il cui carattere militare è espresso dalle strette feritoie. Nella torre a sud, al suo interno, è parzialmente allocata una scaletta, di collegamento tra i corpi del castello.

Costo ingresso intero: Costo ingresso intero € 2,00
Ingresso ridotto: ridotto € 1,00
Condizioni speciali ingresso: Aperto tutti i giorni, compreso la domenica Info: 0922 948820
Orario apertura: Orario 9 -13/ 16 - 20
Come arrivare: in Auto da Agrigento: Km 21, SS 640 "Strada degli Scrittori"
in Autobus da Agrigento: S.A.L. - SOCIETA' AUTOLINEE LICATA S.R.L. Tel.0922 401360
Condividi:

Lascia un commento