Costruito nel 1703 su progetto di Simone Mancuso accanto alla chiesa di S. Giuseppe, è un edificio a pianta irregolare che ha ospitato il convento dei Padri Filippini dalla prima metà del ‘700 fino al 1886, anno in cui furono soppresse le Corporazioni Religiose, trasferendo la proprietà del palazzo al Comune.


Alla fine del ‘900 fu sede di un Istituto Tecnico e di una scuola elementare; ai restauri del 1999, seguiti a decenni di abbandono e a una chiusura per inagibilità, si sono aggiunti quelli del 2009, che lo hanno trasformato in uno scrigno delle più belle opere d’arte del comune di Agrigento, come l’esposizione permanente di artisti dell’800 siciliano.


Affascinanti sono il grande cortile ad archi su pilastri, le volte a crociera nella parte sud e un atrio con pozzo centrale dall’armatura di ferro, oltre ai pavimenti a ciottoli e mattoni a strisce longitudinali e a una scala in pietra nera con volte a crociera e a botte sulle rampe.

Recapiti e informazioni

Dove Siamo:

  • Via Atenea 270, 92100, Agrigento

Come arrivare:

  • In auto: per chi si sposta in auto il parcheggio più vicino è il pluripiano di Via Empedocle

Contatti:

Informazioni

Aperture tutto l’anno:

  • da lunedì a sabato 9.00-13.00/15.30-18.30
  • domenica 9.00-13.00

Tariffe:

  • 4 € normale
  • gratis sotto i 18 anni e sopra i 60, per scolaresche, portatori di handicap, forze dell’ordine in servizio

Altri Contatti:

  • Sito Ufficiale del Comune di Agrigento

Relazione accessibilità:

Il Palazzo di San Filippo Neri è stato edificato nel 1703 ed ospita mostre permanenti e temporanee.

La struttura si sviluppa su 5 piani collegati da un ascensore (89x110x135) con pulsantiera interna Braille e in rilievo e segnale acustico e visivo di arrivo al piano.

Il parcheggio pubblico è in sanpietrini e dispone di n. 2 posti auto riservati a persone munite di CUDE (Contrassegno Unico Disabili Europei); dista 50 metri dall’entrata principale, caratterizzata da porta a battente e raggiungibile superando una rampa con pendenza dell’8% (superabile sostando temporaneamente davanti al museo per consentire alla persona con disabilità di scendere dal mezzo) e due gradini di 14 cm.

Al piano terra sono presenti una sala espositiva, in cui sono esposti i “pupi siciliani” ed i costumi d’epoca, due sale espositive raggiungibili superando una rampa con pendenza del 14%, in cui sono esposte miniature artistiche ed il servizio igienico attrezzato dotato di antibagno con lavabo a colonna, Wc sospeso con apertura anteriore alto 49 cm con possibilità di accosto frontale e maniglioni su entrambi i lati.

Al primo piano sono presenti la pinacoteca, la sala convegni, raggiungibile superando una rampa con pendenza del 18%, e, raggiungibile superando un gradino di 15 cm, la biglietteria/info-point, dotata di banco alto 75 cm.

Al secondo piano si trovano la sala Telamone e la sala con la collezione Sinatra, ampie e senza ostacoli.

Al terzo piano si trovano tre sale espositive (sala Filippone, Sala Politi e sala Santella) ed un servizio igienico attrezzato dotato di antibagno, Wc sospeso con apertura anteriore alto 48 cm con possibilità di accosto frontale e laterale destro e maniglioni su entrambi i lati, lavabo sospeso.

Gli animali non sono ammessi.

Condividi:

Lascia un commento