Collocato al pian terreno del Seminario Vescovile di Caltanissetta, fu fondato nel 1983 da Monsignor Giovanni Speciale, che recuperò alcune tele dall’ospedale Vittorio Emanuele, andando a costituire il primo nucleo di opere del Museo.


A queste si aggiunsero altri oggetti tra dipinti, tessuti, oreficerie e sculture, datati dal XV al XIX secolo, fra cui opere di Luigi Borremans, figlio di Guglielmo (artista giunto a Caltanissetta da Anversa nel 1714), che fu probabilmente tra gli aiuti del padre nei vasti cicli decorativi, la cui attività è nota per gli affreschi del 1747 a Caltanissetta, e preziosi paramenti sacri, argenti e ori di uso liturgico e gioielli.


Vi sono sei sale espositive nella cosiddetta ala antica che contengono arte sacra databile dal XV al XVIII secolo, mentre in quella moderna sono state ricavate una biblioteca, una sala conferenze, spazi per allestimenti temporanei e quattro nuove sale espositive, con opere del XIX e del XX
secolo.

Recapiti ed Informazioni

Dove Siamo:

  • Viale Regina Margherita, 29, 93100, Caltanissetta

Come arrivare:

  • In auto: per chi si sposta in auto, il parcheggio più vicino è quello ACI di via Medaglie d’oro
  • Con i mezzi pubblici: la fermata dell’autobus più vicina è quella di via XX settembre di tutte le linee
  • azienda SCAT, capolinea piazza Roma

Contatti:

Aperture:

  • Tutto l’anno da lunedì a venerdì 9.00‐12.00/16.00‐18.30 – sabato 9.00‐13.00

Tariffe:

  • gratis

Altri Contatti:

Infopoint:

Per saperne di più:

Relazione accessibilità:

Il Museo Diocesano, fondato nel 1983 da Monsignore G. Speciale, si trova al piano rialzato del Palazzo vescovile di Caltanisetta ed è raggiungibile superando una scala composta da 10 gradini.

Il parcheggio pubblico sito in Viale Margherita dista 10 metri dall’entrata principale, caratterizzata da porta a battente e rampetta di 40 cm in sanpietrini con pendenza del 28%. Da segnalare n. 2 posti auto riservate alle persone munite di CUDE (Contrassegno Unico Disabili Europeo).

Le persone con disabilità motoria possono accedere anche dall’entrata secondaria presente nel cortile interno, caratterizzata da due gradini o rampa lunga 5 metri con pendenza del 6%.

Nel cortile c’è la possibilità di parcheggiare.

Il Museo si compone di 10 sale espositive, di una fornita biblioteca, di una sala conferenze (100 posti), e della Cappella Maggiore del Seminario, dedicata a San Giuseppe e raggiungibile superando 4 gradini.

Il servizio igienico attrezzato è dotato di antibagno, Wc a pavimento con apertura anteriore alto 50 cm con accosto frontale e laterale destro, maniglioni su entrambi i lati, doccetta e lavabo sospeso.

Gli animali non sono ammessi.

Condividi:

Lascia un commento