La villa fu realizzata sul luogo dell’antica selva dei Cappuccini, il cui convento e l’annessa chiesa dell’Assunta sono oggi inglobati nell’edificio ottocentesco dell’ex Nosocomio.


I lavori di costruzione furono diretti dall’architetto Lo Piano tra il 1821 e il 1827.


Originariamente intitolata alla regina Isabella, alla fine dell’Ottocento la villa fu dedicata ad Amedeo di Savoia e nel corso del XX secolo subì diverse trasformazioni che ne modificarono l’estensione.

Al suo interno si possono ammirare numerose sculture in marmo opera di artisti nisseni dell’Ottocento: il monumento a Vittorio Emanuele II di Michele Tripisciano, cinque busti realizzati da Giuseppe Frattallone e un busto che ritrae quest’ultimo scolpito da Salvatore Lo Verme.

Recapiti ed Informazioni

Dove Siamo:

  • viale Regina Margherita

Aperture:

  • Da giugno ad ottobre dalle 7.00 alle 22.00
  • Da novembre a maggio dalle 8.00 alle 20.30
Condividi:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.