La costruzione della chiesa attuale comincia nel 1724 ad opera dei Frati Domenicani, che si stabiliranno nel Convento attiguo.


Ma quella che poi divenne la cripta della chiesa era stata costruita nel 1530, per consentire la devozione della pietra del Miracolo – che è ancora incastonata nel muro: un mendicante paralitico che qui si era addormentato, si era infatti risvegliato guarito e, cercando la causa del prodigio, gli abitanti del paese trovarono in un sasso tra i rovi l’immagine della Vergine col Bambino e la chiamarono Madonna dei Miracoli.


Lo stile è puramente barocco anche nel decoro dell’unica navata e il prospetto fu realizzato in pietra locale.


Qui sono custodite la statua della Madonna del Rosario nella sacrestia, la raggiante statua della Madonna, opere del Biangardi, un artista vissuto nell’800 che realizzava sculture lignee nella tradizione dei modellatori napoletani di statuine dei presepi del ‘700, e il fercolo su cui viene portata in processione.


Il grande affresco sulla volta è invece di Domenico Provenzani, tra i più importanti pittori del settecento siciliano, della cui educazione si prese cura il principe Ferdinando Tomasi di Lampedusa mandandolo a Palermo nelle botteghe del Serenario e di Vito d’Anna.

Recapiti ed Informazioni

Dove Siamo:

  • Via S. Domenico, 93014, Mussomeli

Contatti:

  • Telefono: +39 0934.951403

Aperture:

  • Tutto l’anno
    • da lunedì a sabato 9.00‐12.00/15.30‐19.30
    • domenica e festivi 9.00‐12.00/16.00‐19.30

Tariffe:

  • gratis
Condividi:

Lascia un commento