Il Museo etnoantropologico della civiltà contadina, inaugurato nel 2013, si trova al piano terra dell’antico Convento dei Padri Carmelitani.

Nato dalla collaborazione tra studenti e insegnanti della scuola media, ospita attrezzi di pastori e di contadini, ma anche di fabbri di fine Ottocento, di falegnami degli anni Trenta, di canalari e di muratori, di conciabrocche e di calzolai, alcuni risalenti al Settecento.

Preziosi sono anche i manifesti dei concerti che l’unico compositore e musicista del paese teneva agli inizi del ‘900, e soprattutto le stampe votive religiose che le famiglie tenevano in casa.

È stata ricostruita una camera da letto di fine ‘800, con la naca, la culla sospesa sopra il letto matrimoniale, la culla in ferro battuto e il guardaroba a incastro; c’è una stanza con gli attrezzi per la produzione della pasta e del pane e un’altra dedicata alla scuola, con nutrita documentazione del periodo fascista.

Un touch screen illustra gli ambienti e il paese di Sutera.


Recapiti ed Informazioni
Dove Siamo
Piazza Carmine, 93010, Sutera

Visitabile su richiesta prenotando almeno un giorno prima
Tariffa – gratis
Contatti
Ufficio Turistico
Telefono: +39 0934.954929

Condividi:

Lascia un commento