Costruito intorno al 1370 in cima al Monte San Paolino, il Santuario è a tre navate, dalle linee semplici.

Vi si accede attraverso una via a gradoni scavata nella roccia, percorrendo la quale si incontrano le stazioni della Via Crucis, la prigione detta di Filippo d’Angiò, la campanella dei pellegrini e il luogo dove nel 57 d.C. venne posta per la prima volta un croce, a simbolo dell’adesione al cristianesimo
dei suteresi.

Accanto alla chiesa si trova il Convento, prima dei Padri Filippini oggi Eremo di Sant’Onofrio.

Secondo la tradizione, il Santuario fu in parte realizzato con materiali di un antico fortilizio, forse di origine bizantina.

La recente ristrutturazione ha riportato alla luce alcune tombe e una porzione dell’antico pavimento in maiolica dipinta che sigilla un’ossaia comune.

Sono qui custodite due urne‐reliquiario tra le più significative dell’antica oreficeria siciliana, quella di San Paolino e di Sant’Onofrio, risalenti rispettivamente al XV e al XVI secolo.

Recapiti ed Informazioni

Via S. Paolino, 93010 Sutera

Come arrivare
a piedi: in cima al Monte San Paolino, a 1km circa dal centro città; è disponibile un ascensore che permette di arrivare nel piazzale antistante il santuario, altrimenti si accede a piedi tramite una scalinata

Contatti
Cellulare: +39 339.4254609

Condividi:

Lascia un commento