Costruita nel 1711, è stata dichiarata monumento nazionale.


La facciata è a capanna in stile barocco, con un portale in pietra calcarea.

Nel 1755 fu costruito il campanile.


Sul lato est, una porta immette nella cripta della chiesa, scoperta di recente.


Il pavimento in maiolica dell’interno risale forse all’Ottocento e in una fase di restauro ha subito una ricollocazione delle formelle dalle fasce laterali, ricomposte con formelle rossastre, alla parte centrale.


Al centro c’è una botola, oggi murata, che dà accesso alla cripta.


Pregiato è il soffitto a cassettoni in stile cinquecentesco, le decorazioni a stucchi sono opera del 1753‐54 di Calogero Pullara, celebre decoratore del ‘700.


Interessanti l’altare dedicato a San Giuseppe e l’affresco a sinistra del presbiterio, con San Domenico in segno di preghiera con la Madonna del Rosario, che è apparso in seguito a recenti restauri: fu proprio questo santo che istituì il rosario come preghiera.

Recapiti ed Informazioni

Dove Siamo:

  • piazza Cavour, 92026, Favara

Come arrivare:

  • Con i mezzi pubblici: la fermata più vicina dell’autobus è quella della linea 1 in Corso Vittorio

Aperture:

  • Tutto l’anno
    • da lunedì a sabato 9.00‐12.00/15.30‐19.30
    • domenica e festivi 9.00‐12.00/16.00‐19.30

Tariffe:

  • gratis

Altri Contatti:

Relazione accessibilità

La Chiesa barocca, realizzata nel 1700, è stata dichiarata monumento nazionale per la sua bellezza.

Il parcheggio pubblico dista 5 metri dall’entrata principale, caratterizzata da porta a battente e tre gradini di 22 cm.

A disposizione n. 2 posti auto riservati alle persone munite di CUDE (Contrassegno Unico Disabili Europeo).

L’interno è costituito da una navata unica con panche da preghiera e dall’altare raggiungibile superando tre gradini di 16 cm: due in legno ed uno in marmo.

Gli animali non sono ammessi.

Condividi:

Lascia un commento