Fu edificata intorno al 1300: ne resta la sola struttura muraria, perché nel ‘700 fu molto modificata.


Nel 1584 era annesso alla chiesa un ospedale degli infermi, attivo fino al XVIII sec.


La porta è del 1733, nel 1742 vennero rifatti il tetto e l’abside, inseriti pezzi di pietra intagliata, stuccato l’arco trionfale e i suoi ornamenti, con l’altare, gli scalini, il pavimento del presbiterio.


Nel 1791 fu la volta del campanile con relativa scala.

Nel 1966 fu aggiunto un campanile in calcestruzzo armato, poi abbattuto nel 1994, come il terrazzo in cemento che aveva sostituito la copertura del tetto in legno, canne, gesso e canali, le parti lapidee di maggiore pregio, come cantonali e portale, ricoperte con cemento, poi rimosso nel 1995, il pavimento in cotto maiolicato sostituito con marmo bianco e grigio bardiglio; il portone principale e secondario con uno in castagno e abete.


Sull’altare maggiore c’è un’antica statuetta della Madonna con Bambino, di pregevole fattura.

Recapiti ed Informazioni

Dove Siamo:

  • Via San Nicola, 92026, Favara

Come arrivare:

Aperture:

  • Tutto l’anno
    • da lunedì a sabato 9.00‐12.00/15.30‐19.30
    • domenica e festivi 9.00‐12.00/16.00‐19.30

Tariffe:

  • gratis

Altri Contatti:

Condividi:

Lascia un commento